Pittura calabrese

La pittura calabrese è rappresentata, principalmente, da sette grandi artisti le cui opere sono esposte in famosissimi musei. Stiamo parlando di: Mattia Preti, Pietro Negroni, Umberto Boccioni, Nunzio Bava, Andrea Cefaly e Mimmo Rotella. Il nostro intento è quello di accompagnarvi alla scoperta di alcuni tra i maggiori esponenti della pittura calabrese, antichi, moderni e contemporanei, per ricordare questi artisti che, forse, poco conosciuti da tanti calabresi ma che hanno dato notevole lustro, nel corso dei secoli, alla Calabria.
Pittura calabrese, Mattia Preti

Mattia Preti

Tra i principali esponenti della stagione matura del barocco italiano e, più in particolare, del caravaggismo e della pittura napoletana del Seicento
Pittura calabrese, Pietro Negroni

Pietro Negroni

Alias Lo Zingarello di Cosenza; fu un protagonista della pittura del Cinquecento tra Rinascimento e Manierismo. Avrebbe frequentato la prestigiosa “Accademia Cosentina“.
Pittura calabrese, Umberto Boccioni

Umberto Boccioni

Pittore, scultore ed inventore del Dinamismo Plastico. Fu teorico e principale esponente del movimento futurista, nonché maggior esponente dell’arte futurista meridionale.